venerdì 12 dicembre 2008

Tanti auguri Salerno!

Idee innovative ed esteticamente valide. Ecco un altro colpo ad effetto messo in scena da Vincenzo De Luca in una delle piazze storiche di Salerno, Piazza Portanova.
Un albero di Natale alto 18 metri, finemente stilizzato, con una struttura in alluminio leggero e con migliaia di luci ad intermittenza, tutte rigorosamente a basso consumo energetico.
Erano giorni che qualunque parente o amico mi contattasse mi parlava di questo meraviglioso albero che l’amministrazione ha voluto regalare ai Salernitani. E allora l’ho voluto vedere, non dal vivo, ma facendomi inviare una delle tante foto che girano attraverso i telefonini. Nulla da eccepire, l’albero è davvero bello!
Questa è la forza di De Luca, anche in un momento di crisi come questo riesce ad inventarsi sempre qualcosa di bello, di distensivo che riesce a far breccia nel popolo.
Del resto la credibilità che riesce a trasferire alla comunità è la sua arma migliore, la gente si fida di quello che fa e di quello che farà. Credo che la stima che riesce a raccogliere il sindaco di Salerno in Italia sia più unica che rara. Quando è così i motivi di un così largo consenso ci saranno pure (questo è il terzo mandato con cui De Luca è sindaco di Salerno) e i “fatti”, quelli che alla fine contano sono quelli che fanno la differenza. De luca in questo senso ha fatto tanto per Salerno, bisogna dargliene atto.
Certo come farà il primo cittadino a placare l’esodo di giovani e meno giovani che da un giorno all’altro decidono di emigrare al Nord in cerca di lavoro, questo non oso immaginarlo. E’ anche vero che questi sono problemi che non spetta a lui risolvere. Un amministrazione comunale dovrebbe però attivare una serie di processi politici, economici e sociali per promuovere in qualche modo degli indotti. Penso al turismo, forse una delle poche armi che abbiamo, considerando le bellezze naturali che si trovano a pochi passi dalla città. Promuovere la città stessa come “città del mare”. Ma mi fermo qui.
Penso altresì che in questo contesto De Luca e company si siano mossi poco e male. Diciamo che finora lo “stimolo” che doveva partire dal basso verso l’alto non c’è stato o forse non ha funzionato. Chissà? D’altronde non possiamo sempre fare critiche positive a quest’uomo.
Da un po’ di tempo poi uno dei suoi obiettivi dichiarati è la lotta alla prostituzione e all’abusivismo ambulante, sembra che ci stia riuscendo. Per debellare fenomeni come questi occorrono però anche uomini adatti e capaci. Un plauso và fatto al corpo di Polizia Municipale tutto di Salerno, il fiore all’occhiello della nostra istituzione comunale. Senza di loro non sarebbero possibili i risultati che insegue De Luca. Bravi.
Sulla progettualità di Salerno che dire? Attualmente è fatta di tanti grandi opere, attese a dir il vero da lunghi anni.
Penso alla Metrò leggera, un opera di collegamento primaria e prioritaria, dove però da troppo tempo si susseguono rallentamenti e interruzioni nei lavori non sempre giustificabili. Penso alla grande piazza, più grande di Piazza del Plebiscito veniva urlato anni fa, che dovrà sorgere alle spalle della spiagietta di santa Lucia e che si svilupperà per buona parte sul mare. Penso anche alla litoranea, quella di Via Salvatore Allende che, se pur con qualche sbaraccamento, è ancora un pugno negli occhi per chi la vede, mentre andrebbe valorizzata per le grandi potenzialità. Penso al nuovo scalo di Pontecagnano (la cattedrale nel deserto?) dove già tempo fa dalle pagine di questo blog avevo invocato lo “zampino” di De Luca per dare un maggiore respiro alla struttura.
Penso a queste poche cose, con il cuore di un Salernitano e con l’occhio dell’emigrato.
Un augurio sentito a tutti i Salernitani della terra.

9 commenti:

Pino ha detto...

Bellissimo l'albero a Piazza Portanova e te lo confermo di persona visto che praticamente ci sto andando tutti i giorni.... condivido il tuo pensiero su De Luca, Grande Sindaco anche per chi vota a Destra, certo anche lui ha le pecche da te evidenziate. Per le opere pubbliche vedo però che si stamuovendo, pensa al riappalto della stazione marittima ed a quello che si appresta a fare per la cittadella giudiziaria. Opere che dovevano essere finite da tempo ma che si trovano ancora in alto mare.
Ciao

Anonimo ha detto...

Condivido il giudizio sull'albero di Natale, e più in generale sugli addobbi della città in questo periodo, e persino su una certa "animazione" in giro per le strade.

Tutto molto bello, specialmente per la gioia dei commercianti (ma non temete, anche quest'anno alla fine delle vacanze natalizie ci faranno sapere che la gente compra sempre di meno).

Ma il sindaco non è uomo di facciata, sia chiaro: ha fatto e continua a fare con degnissimo attivismo. E con risultati apprezzabili, per altro.

Eppure, questa ipertrofia dell'eccesso, il parco più grande d'europa (!?), la piazza più grande. Forse, tra qualche anno saranno altrettanti icone della città o simboli di appartenenza, in mancanza d'altro. Per ora ci accontentiamo, ed osserviamo gli edili sogghignare.

Come anche la ripulitura, compresi scarti di puttane, lavavetri e barboni (sulla scia di altri sindaci letteralmente d'assalto - al malcapitato).

E quella meschina sensazione di "vorrei ma non posso...".

Anonimo ha detto...

Oltre all'incantevole albero di 35mila led,un apprezzamento va anche per tutte le altre "luci d'artista" sparse per la città,su tutte l'acquarium del corso(per una città di mare)che ha rappresentato una novità per il Natale di Salerno..Ormai come dice il grande De Luca,nel week-end arriva gente da ogni provincia: Napoli,Avellino,Potenza e perfino dalla Puglia..Sono davvero migliaia le persone che passeggiano tra Via Roma,i Mercanti e il Corso..quasi nn si riesce a camminare.

MDS

Anonimo ha detto...

Delle hai azzeccato, De Luca è bravo a proporre serenità anche nei momenti peggiori. Ma un bell'albero e tante luci non possono coprire i tanti problemi che sono alla luce del sole e che nessuno a Salerno ha il coraggio di denunciare.
Meditate gente
P.

Anonimo ha detto...

Mi chiedo in quale città non ci sono problemi?Se però guardiamo a com'era Salerno 10-15 anni fa ci accorgiamo che adesso siamo una grande realtà del sud.Se poi per problemi burocratici ci sono dei ritardi in alcune opere,di certo non possiamo prendercela con De Luca!

MDS

GDS ha detto...

Mi rendo conto che la città non è rosa e fiori come può sembrare e che allo stesso tempo non è sempre così difendibile come sostiene MDS (uno dei tanti inokkupati!?); è pur vero che qualche critica a De Luca - sulle opere (e non solo) - l'ho fatta e con degli esempi. Sarei grato al Signor P. innanzitutto di identificarsi e poi di farci capire concretamente che cosa intende quando parla di "problemi..che nessuno ha il coraggio di denunciare". Mi sembrano forti come dichiarazioni, forse si riferisce ad una politica vessatoria del sindaco di Salerno? Si facesse avanti il lettore, ci faccia capire!

Anonimo ha detto...

Caro Giulio,oggi in una intervista su Telecolore il sindaco De Luca ha rilasciato delle dichiarazioni: << non c'è nessuna città d'Italia con questo clima di trasformazione urbana.Previsti per il 2009 1 miliardo e 300 milioni di euro di investimenti con il rifacimento anche di tutte le spiagge del nostro litorale>>.Alla classica domanda sul lavoro..,ha risposto:<< se avessimo Agnelli che tra l'altro era di origini salernitane,tutto sarebbe stato diverso..ma ricordiamoci che siamo sempre una città del sud e oltretutto paghiamo i disastri dell'industrializzazione degli anni 60-70!!..Questa è una crisi mondiale!>>.Ha puntato poi l'attenzione sull'attrazione che c'è per Salerno,che è arrivata perfino nei luoghi culturali di New York..Tale notizia gli è stata riferita da Zeffirelli venuto nei scorsi giorni al Teatro Verdi.Insieme a quest'ultimo è venuto anche Salemme;e vuoi sapere qual'è stata la prima cosa che ha fatto?Ha inviato una foto dell'albero di Natale alla moglie..

MDS

Nicolino ha detto...

Una parte di Salerno è apprezzata da tutti, gli addobbi natalizi sono uno spettacolo. Salerno con De Luca ha fatto passi da gigante.
Con questo voglio lanciare un sasso nello stagno:
De Luca è un Sindaco di sinistra che amministra con i metodi della destra. Questo cosa comporta, che buona parte della sinistra non lo contrasta e una parte della destra lo apprezza, per questo riesce a fare cose egrege a Salerno.
Cosa voglio dire che i Sindaci con le Pa..., riescono ad amministrare a prescindere dal colore politico.
SALERNO è destinata a diventare nel futoro prossimo un fiore all'occhiello dell'Italia Meridionale.

http://www.cosasuccedeincitta.blogspot.com/ ha detto...

Carissimi, mi trovate daccordo, Salerno a Natale con tutte quelle luci d'artista è stata una goduria. Quest'anno ho avuto davvero una sensazione di grande benessere ritornando nella mia città Natale.

Peccato per i soliti problemi: primo fra tutti la mancanza di lavoro che relega la città e la sua provicia relega agli ultimi posti della classifica nazionale quanto a tenore di vita (fonte: “Il Sole 24 Ore”); la cementificazione degli anni 50-70 poi è un'evidenza talmente grande da non meritare ulteriori commenti.

Comunque, non c'è che dire, nel contesto delle città de Sud Salerno è la Svizzera e questo grazie alla sapiente politica adottata da De Luca. Ora però mi augurerei che non si costruisse più se non con architetture compatibili con la "natura" della città. Un esempio: il nuovo hotel sorto al posto del cementificio è un'altra occasione persa per decongestionare l'area, magari con strutture sviluppate in orizzontale e non in verticale, anche per non cancellare la splendida vista del mare.