domenica 31 gennaio 2010

Chi è contro De Luca candidato?


La strumentalizzazione sulla candidatura di Vincenzo De Luca in Campania arriva a stretto giro di posta. Questa volta però da un po’tutti. La sua candidatura evidentemente è troppo scomoda per raccogliere favorevolmente i giudizi e le valutazioni dei suoi colleghi. Quei giudizi che invece, non andando molto dietro nel tempo, avevano trovato il favore anche da parte dei più critici oppositori e che avevano inevitabilmente raccolto il consenso della gente. De Luca è però scomodo per gli stessi alleati del PD, vedi L’Italia dei Valori con Di Pietro e De Magistriis che tirano in ballo concetti come “discontinuità” o “questione morale”. Ma anche per chi non sa ancora con chi schierarsi, vedi l’UDC di Casini che avrà un motivo in più per stare dalla parte del PDL e non far credere di“essere il salvagente del PD”. E’ chiaro quanto scontato che poi nelle fila del centro-destra si prendano posizioni sulla fantomatica unità o unitarietà del centro-sinistra.
Io dico la mia senza alcun condizionamento di sorta e lontano – come sempre – da ogni luogo comune facile da perseguire in queste circostanze che la candidatura di De Luca non poteva essere che la scelta più appropriata in una regione devastata in questi ultimi anni da gestioni affariste e scellerate su temi di stretta attualità (uno per tutti il problema rifiuti che non è purtroppo l’unico) e di cui il popolo Campano, martoriato su più fronti, vuole vedere la parola fine.
La scelta del sindaco di Salerno mi sembra una scelta pragmatica, del tutto sensata e le strumentalizzazioni prese in esame dagli avversari appaiono più che sterili e prive di argomentazione. Io stesso che continuo a nutrire dubbi sul pre-annunciato e sbandierato cambio di rotta e di “novitismo” in seno più al Partito Democratico che ai “liberali”, trovo che in Campania sia stata fatta una scelta più che mai coraggiosa e coerente. E’ questa la strada da perseguire, non ci sono dubbi.
Chi meglio di De Luca uomo e politico può rappresentare il cambiamento in atto nel centro-sinistra?
Ma soprattutto dinanzi alle critiche da parte delle più disparate parti politiche che stanno imperversando sui media, in queste ore e continueranno, mi sento di poter chiedere: “chi è senza peccato scagli la prima pietra”. Casini, Di Pietro, Ferrero e gli stessi avversari interni al PD che stanno criticando questa scelta (anche Bassolino?) ricordassero le loro origini e i propri colleghi di partito e le liste di uomini proposte in passato. Poi se esiste un politico in Italia che attualmente non sia indagato per qualcosa mi facessero nome e cognome.
Infine se l’operato di De Luca come amministratore di Salerno non può essere messo in discussione, come da più parti si sottolinea, siamo già ad un passo avanti perché in politica esempi di cattivi amministratori ne esistono ovunque ti “giri”. Con la sua candidatura siamo finalmente a dare uno schiaffo alla vecchia politica, clientelare e delle lobby e siamo formalmente all’ora di voltare pagina con la politica dei trattati e della falsa diplomazia.
Il nuovo avanza, auguri Vincenzo!

11 commenti:

Pino ha detto...

Caro Giulio, sai che sono di Destra e come detto più volte (vedi i miei post sul mio Blog o su Facebook) senza un Candidato vero di "Destra" che non è sicuramente Caldoro, magari presentato da Storace il mio voto andrà a Vincenzo De Luca. Unica persona Seria e Rispettabile che possa dare una svolta in Campania. Nelle sue campagne paradossalmente, già come sindaco di Salerno ha dimostrato, pur essendo di sinistra, di incarnare i valori che io credo "debba" avere un Uomo di Destra.

GDS ha detto...

Caro Pino la critica positiva al fatto che molti indicano in De Luca, per i suoi modi e la sua azione politica, uno della destra estrema ci può stare anche se lui stesso nega.
Finalmente il PD si è accorto che ora questo suo essere può far ottenere il consenso anche di chi è all'opposto.
In ogni modo De Luca credo sia un esempio concreto di come si può avere idee da progressista o riformista democratico di sinistra e avere il favore anche del centro-destra. Tu sei uno onesto e lo ammetti ma i molti non hanno questo coraggio e criticano comunque la scelta politica.

Marco ha detto...

Ciao Giulio,
non conosco bene De Luca come uomo e politico trovandomi molto lontano da Salerno, ma ho avuto modo di ascoltarlo in Tv e in varie occasioni ne ho apprezzato i suoi interventi. Non capisco davvero come le stesse forze di sinistra non apprezino la sua candidatura.
Ma in politica che ne parliamo a fare, li contano altri "giochi" e uno come De Luca non può essere visto di buon occhio.
Ciao a risentirci

Anonimo ha detto...

tutti i politici sono contro De Luca ma la gente e il popolo è tutto per lui!!
Grande Giulione

Anonimo ha detto...

Ma questo De Luca a Napoli chi lo deve votare? Rassegnatevi voi Salernitani, non uscirà mai!

P@kipsy ha detto...

Ieri ho ascoltato De Luca in conferenza stampa. Ho sperato e il mio pensiero è andato leggermente oltre.
Ascoltando le parole di De Luca, credibile nel dare seguito a fatti, ho avuto meno paura del "Federalismo" che orami penso sia prossimo e inevitabile.
Guardo alla sfida del Federalismo come una opportunità per un territorio ricco di energie inespresse e non al Federalismo con la paura di realizzare l'equiazione Campania=Argentina

Ti abbraccio, Antonello

GDS ha detto...

Caro Antonello,
il Federalismo auspicato da circa un ventennio dagli "amici" della Lega sembra ormai alle porte e credo possa trattarsi di un problema superato o meglio non penso sia stato mai un problema.
Le difficoltà di non poco conto saranno piuttosto nell'attuare il federalismo fiscale perchè da un punto di vista gestionale ed organizzativo ci sono aspetti su cui è difficile sorvolare e su cui solo chi è del settore può comprendere.
Il Federalismo purtroppo è un concetto all'opposto (in tutto) del Nazionalismo. Bisognerà raccogliere la sfida, rimboccarsi le maniche e ripartire semmai con minori "risorse finanziarie" ma con immense potenzialità di risorse legate al territorio. Con Vincenzo De Luca al timone significherebbe ripartire con una persona che da ampie sicurezze e affidabilità operative!! Se queste erano le rassicurazioni che hai avuto, sono le mie.

Luca Canali ha detto...

Carissimo Giulio,
l'operato del vostro Sindaco sembra sotto gli occhi di tutti tranne che di quei politicanti che parlano di politichese e non capiscono un cavolo! Loro vogliono i soliti alleati che poi fanno le "Sante Alleanze" di cui ci hanno rotto..
In ogni modo anch'io faccio il tifo per De Luca.
Ciao e a presto!
Luca C. - Landriano (Pv)

GDS ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
Anonimo ha detto...

Penso che lo "sceriffo" De Luca sia l'unico amministratore che possa portare un pò di ordine in campania,specialmente nel napoletano dove ancora regna la paura di rivedere la "munnezza" per le strade!Quello che ha fatto a Salerno ormai viene evidenziato anche nelle cronache nazionali nonchè dai vari sindaci d'Italia,vedi il "modello Salerno"..Spero che queste notizie siano arrivate anche a Napoli(per rispondere all'anonimo)visto che con Bassolino abbiamo fatto ridere il mondo intero..

MDS

GDS ha detto...

Caro Matteo,
pensa che Bassolino - come avevo puntualmente anticipato nel post - è tra quelli contrari alla candidatura di De Luca con la motivazione che questi è "uno che divide". Lui invece, che dovrebbere essere l'ultimo a parlare, da governatore della Campania è stato capace di dividere, con il suo operato, anche l'elettorato suo più fedele!
Un fallimento della sua "gestione" indiscutibile.
Intanto continua il movimento contro De Luca, ma mi viene da chiedere chi nelle fila della sinistra è più forte di lui politicamente e chi soprattutto può avere delle capacità all'altezza di un simile mandato??